Sharkscope: cos’è e perché ha successo

Sharkscope è un sito che raccoglie i dati di tutti i giocatori che partecipano a tornei o sit’n’go messi a disposizione dalla maggior parte delle poker room del mondo. Bisogna distinguere tra due fasce di servizi, poiché i servizi di base sono gratuiti, ma ci sono alcuni servizi più “evoluti” che sono invece a pagamento (questi ultimi sono usati soprattutto dai giocatori più esperti, fino ad arrivare ai veri professionisti).

Chi fa uso di un tool di Sharkscope ha abbracciato il principio di fondo secondo il quale il gioco del poker è un mix di tattica e abilità, ma anche probabilità e statistiche, e non solo di fortuna. Attraverso pochi click si riesce ad avere una panoramica completa delle abilità e caratteristiche di gioco dei propri avversari, ma anche del proprio livello di gioco. Infatti inserendo il nickname e la poker room di un giocatore si potranno conoscere le statistiche e i dati raccolti da tutte le partire giocate in quella specifica poker room, sul guadagno complessivo e sul guadagno medio,  in riferimento al numero delle partite giocate, il ROI (ritorno medio di investimento che mette in relazione il guadagno rispetto ai soldi spesi per i buy-in), e le statistiche sul livello di esperienza ed abilità del giocatore, oltre che sul suo momento di forma (analizzando il trend del rendimento delle ultime partite e tornei a cui ha preso parte).

Sharkscope fornisce informazioni anche sui risultati dello stesso giocatore, mettendole in evidenza con dei grafici e attraverso delle statistiche di facile consultazione, partendo sempre dai guadagni in riferimento alle partite e all’investimento sostenuto. Molto utile è la funzione HUB, che permette in pochissimo tempo di conoscere tutti i dati relativi ai giocatori che siedono allo stesso tavolo,  arrivando a comprendere il livello di abilità di ciascuno, e quindi il livello di difficoltà complessivo. Utile in questo senso è la funzione  “selettore torneo”, che aiuta nella scelta del tavolo a cui ci si vuole sedere, permettendo di evitare tavoli con un livello di abilità eccessivamente al di sopra delle proprie capacità.