Tecniche per vincere a poker online

Una domanda che spesso si pongono i giocatori neofiti, è se esistono delle tecniche per vincere a poker online, e le ragioni sono semplici, in quanto i giocatori più esperti hanno già trovato, grazie all’esperienza, una risposta.  Il principio di fondo è che la fortuna paga solo per un numero limitato di volte, per cui se si vuole diventare dei giocatori di una certa abilità, e arrivare a piegare la fortuna quando possibile (soprattutto se si gioca con giocatori meno abili) bisogna imparare ad usare le pot-odds e arrivare a giocare non solo con le carte, ma soprattutto sui giocatori (facendo pressione quando necessario o utile, sfruttare le posizione e fare un sapiente uso del proprio stake). Per questa ragione è utile sfruttare dei tool specifici che permettono di conoscere a priori il livello di abilità del tavolo nel suo complesso, e dei vari giocatori che vi sono seduti (così si evita un tavolo con un livello di abilità eccessivo).

Una volta seduti, bisogna saper sfruttare al meglio la posizione, gli eventuali raise, e non giocare sulle proprie carte quanto su quelle degli avversari. Si tratta di aspetti che si affinano con l’esperienza, ma ci sono manuali di giocatori professionisti che possono aiutare a comprendere i meccanismi di ragionamento. Ad esempio bluff e semi-bluff vanno usati con molta parsimonia od evitati se si hanno giocatori particolarmente Loose (sono giocatori che seguono le puntate fino all’ultima mano, e spesso la fortuna li premia).

Comprendere se un giocatore è inoltre Loose, Aggressive, Tight è fondamentale perché può permettere di cambiare la strategia in funzione di ciascuna categoria: con giocatori particolarmente aggressive può essere utile chiudersi ed aspettare il momento in cui un gioco spavaldo viene smascherato, invece con giocatori tight paga un gioco più aggressivo (purché si comprenda il momento di mollare la presa e cambiare marcia). Va comunque sottolineato che nel poker online il gioco aggressivo è quello che dà spessi più frutto, aumentando la velocità delle partite e mettendo costantemente sotto pressione gli avversari. In ogni caso la flessibilità di gioco è essenziale, ma non può prescindere troppo dalla propria personalità.